ANDARE ANDARE ALLA REGGIA DI VENARIA REALE

 

images-14Siamo famose in famiglia , io e Simona, per le nostre decisioni improvvise, ma complice un suo impegno di lavoro a Torino prendiamo la palla al balzo, e in men che non si dica,  decidiamo un breve tour anche alla Reggia di Venaria Reale.images-3

Sono vissuta parecchi anni in quella città e quando passavamo in quelle zone ci rammaricavamo pensando a quei ruderi abbandonati e alle innumerevoli opere d’ arte  di incommensurabile valore …e agli inevitabili atti di vandalismo…

sala della  Reggia di Venaria lunga 75 metri

sala della Reggia di Venaria lunga 75 metri

Giornata splendida, partiamo, con mio genero al volante e con la sua guida veloce e sicura, nonostante un pezzo di autostrada da Milano sino a Novara sia strozzata da interminabili lavori in corso,  arriviamo accolti da un tepore incredibile per questo strano autunno, e vediamo l’ avvicinarsi delle colline torinesi  con ricordi e ricordi di quando abitavamo in mezzo al verde con vista della Basilica di Superga, oggi scintillante e abbagliata dai raggi solari. Quel verde che non abbiamo  più avuto a Milano e per cui specialmente Silvia, mia figlia più piccola, ne soffrì  moltissimo ,ma questa è un’ altra storia.images-8

Questa imponente costruzione ci appare in tutta la sua sontuosità. Recuperata con fondi nazionali e europei dopo lunghissimi periodi di degrado inconcepibili per un simile capolavoro architettonico,images-11

giardini all' italiana della reggia di Venari a Reale

giardini all’ italiana della reggia di Venari a Reale

oggi è patrimonio  dell’ Unesco. Dopo 8 anni di restauri è stata aperta al pubblico nel 2007: architettura barocca imponente, video di Peter Greenway, giardini all’ italiana completamente ricostruiti e fruibili dai visitatori, interni con stucchi, statue, dipinti, arazzi… Ed entrando dalle cantine adibite alle 120 persone di servizio per agevolare la vita dei nobili di allora e ripercorrendo la storia dei principi succedutosi e quindi salendo negli appartamenti dei reali e con la genialità dei racconti  emersi dalle proiezioni,ci si immerge in quell’epoca immortalata anche dai preziosi dipinti sulle volte e sulle pareti.

La reggia

un interno della Reggia di Venaria

un interno della Reggia di Venaria

fu voluta da Carlo Emanuele II nel 1659 come base per battute di caccia, e come tassello per un disegno” d’ elite” per Torino capitale.

Ora ha ripreso tutto il suo antico splendore ed è un gioiello ritrovato, per fortuna, a cui  bisogna prestare attenzione.

E consiglierei alle migliaia di persone a Milano per il prossimo Expo , e non solo, una puntatina anche alla Reggia Reale di Venaria!!!

E per noi è anche l’occasione per ritrovare e abbracciare parenti e nipoti torinesi

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...