MELODIE CLASSICHE NAPOLETANE

“”Uno splendido settembre ci avvolge in questo estremo angolo orientale del Salento. Precipitazioni violente ed improvvise bombe d’acqua non ci appartengono. Un mare trasparentissimo caldo illuminato da un cielo terso ci accompagna verso un ancor afoso autunno.

Marino Cogliani

Marino Cogliani

Una suadente voce sulle note di un antico motivo napoletano del settecento, ci accoglie arrivando nella piazzetta di Serra Alimini uno. Marino Cogliani , con la sua chitarra, accompagnato dagli accordi del figlio, ormai abile musicista, ci immerge in melodie del passato. Poesie, versi d’amore,  delusioni, ricordi  : temi sviluppati sulla  musicalita’della canzone napoletana classica, si susseguono. Ed ecco riaffiorare in una poesia melodicamente accurata, la struggente nostalgia di Vietri di un esule’ a Mestre.

Ed una “Tammuriata irrompe sulla  sonorita ‘delle due chitarre.accompagnata da un improvvisato  coro degli ospiti del villaggio

.Ed un deluso innamorato tradito da una faccia d’angelo inveisce in ‘Malafemmina “di Toto’toto01-150x150

Anche quest’anno il dottor De Santis, mecenate nonche’ amministratore, di Serra Alimini uno, regala ai vacanzieri settembrini, una serata musicale raffinatissima in una piazzetta gremita da clienti eterogenei, ma coinvolti emotivamente.391198-980x571

E con le note di < Generale > di De Gregori, lo chansonnier sottolinea  gli orrori e la inutilita’delle guerre

Un richiamo struggente alla pace in questo mondo ormai dominato da atrocita,’ guerre e violenze omologate e spettacolarizzate dalle immagini televisive

 

 

 

 

Annunci

“BOMBINO” star del rock Tuareg

Bombino star del rock

Bombino
star del rock

L’ho ascoltato ne”Lu rusciu de lu mare”  durante la Notte Della Taranta in Puglia.

La malinconia del blues si mescolava ai suoni in lingua della sua terra della tribù Tuareg del Niger da cui proviene.bombino nel deserto

Ribatezzato il “Jimi Hendrix” del deserto, Bombino  è il nome d’arte ,storpiando la parola <bambino>, datogli dal celebre chitarrista tuareg Haia Bebe suo maestro,da cui viene attratto.

Bombino star del rock

Bombino
star del rock

Fino a qualche anno fa pascolava capre nel deserto vicino a Tripoli e, come in ogni favola che si rispetti, trascorrendo ore e ore con gli animali, inizia a strimpellare una chitarra  ricevuta in dono da parenti.

Tra Algeria e Libia, viene coinvolto da amici che suonano guardando i video di Jimi Hendrix e Bombino si esercita ripetutamente nel tentativo di padroneggiarne il tocco. Ritornato in Nigeria, suonando con band del posto, la sua fama va crescendo sino a divenire hit nelle radio locali.bombino nel deserto rosso

Il famoso regista Wayman, girando in Africa, sente una sua cassetta e, affascinato dalla sua musica, lo cerca per un anno  sino a quando lo trova in Burina Fasi.

Realizzerà quindi un documentario sulla vita dei Tuareg, necessariamente nomadi anche per motivi politici. e produrrà il  primo album da solista di Bombino.

nomadi nel deserto

nomadi nel deserto

E da qui la stella si librerà più luminosa che mai: concerti si susseguiranno in tutto il mondo, avrà articoli in moltissimi media tra cui il New York Times.

Omar Moctar Bombino racconta la cultura nomade coi ritmi del deserto e con una chitarra distorta alla Jimi Hendrix con  la voce aspra.

Solo chi ha attraversato il deserto ne percepisce la musicalità nel silenzio, ma questa è un’ altra storia.come jimi hendrix