MARITI SOLI D’ESTATE IN CITTA’

 

Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

Chi non ricorda il film di Billy Wilder con Marilyn Monroe splendida protagonista di “Quando la moglie e’ in vacanza”, tradotto letteralmente “La crisi del settimo anno”e un maritsolo in citta’ indeciso tra la voglia di essere fedele alla moglie e il desiderio di sedurre la splendida vicina?inedita

“Cara , anche quest’ anno regalero’ alla famiglia un’ intera estate di vacanza, io purtroppo solo nel fine settimana vi raggiungero,’ lavoro permettendo”.

E via ,moglie e figli al mare o ai monti.

Solo, il marito in citta’, anni or sono, forse senza colf,  doveva destreggiarsi tra fornelli, lavatrice, ferro da stiro; vita infernale.mariti-soli-in-citta

A volte qualche fortunato si ritrovava nello stesso pianerottolo, una donnina,  anche lei sola, con lo sguardo dolce e promettente, pronta ad alleviare questa  tristezza e queste improvvise fatiche, e…se da cosa nasce cosa…

Ma, come nel film, a quest’ uomo appare un flash improvviso :  anche la sua consorte, in vacanza,  puo’ avere un vicino altrettanto accattivante e bisognoso di attenzione…

Ogni tentazione svanisce?

Per i giovanotti attuali, la grande distribuzione facilita loro la vita offrendo menu completi monodose e con l’aiuto del microonde, il pranzo e’ servito a prezzi convenienti.

Ma nel supermercato  puo’ sempre apparire come “consigliori” qualche  altra anima solitaria…

Non voglio seminare zizzania, ma se si innesca la crisi del settimo anno, nessuno aspetta l’estate…

Buone vacanze e puntate tutto sulla fiducia!

 

CARAIBI E MARE NOSTRUM

mare nostrum

mare nostrum

mare di alimini

mare di alimini

Arrivammo  ospiti in una isola caraibica.

Ci accolse una splendida villa con colf vestite come Mami di Via Col Vento.

Tutto perfetto e scenografico:

mare nostrum

mare nostrum

tappeti erbosi per i golfisti il cui verde squillante ogni notte veniva rinnovato verniciandolo ,ristoranti raffinatissimi, locali per dilettarci la serata con musiche o caraibiche o dolcissime o sulle note del jazz.

Ma il mare?

Lo cerco avida per tuffarmi e… mi appare di un grigio uniforme che nemmeno il cielo ,per fortuna azzurrissimo riusciva  a placare.

La settimana seguente riuscii a trovarlo finalmente , caraibico,  dall’altra parte dell’isola. Ma questa e’un’altra storia.

Scalza sulla battigia della lunga spiaggia dei villaggi Serra Alimini ad Otranto ,cammino coccolata dall’onda tiepida. Lo sguardo spazia nei colori scintillanti del mare: il blu sullo sfondo si alterna al verde smeraldo all”azzurro, al bianco spumeggiante. Si staglia all’orizzonte una piccola vela bianca, e dalla parte opposta ecco un velocissimo motoscafo.

L’immenso spazio e’tutto a loro disposizione. Solo qualche pennellata trasparente  compare sul cielo.

Un granchietto , trasportato  e cullato dall’onda cristallina, passeggia un po’ sulla sabbia e poi si lascia riabbracciare dolcemente dall’acqua. Raccolgo qualche conchiglietta rosata…e continuo  assaporando luce, sole, tepore bellezze della natura intervallatie solo da < lu rusciu te lu mare>…

Mare nostrum.