ELISABETTA II REGINA

download-3.jpgElisabetta , regina d’Inghilterra, prevalentemente  e’ la Signora Winsor.

Ama gonne sartoriali tweed, foulard, pettinature a caschetto, scarpe lucide con fibbia,e ‘insomma  l’ emblema della signora piccolo borghese con vestiti antiquati download.jpgcon soprabiti in tinta abbinati a cappelli dello stesso coloredownload-1

. Non ha cambiato uno stile di  cio’  < che le sta bene > sentimento, pare , comune alle donne britannicheimages.jpg

Leggendo cio’che di lei dice una scrittrice inglese, chiaramente repubblicana,

disapprovava gli amici  famosi della sorella Margaret, non sopporta persone in lacrime ai suoi cancelli, non gradisce  dai suoi cuochi piatti elaborati , ne’  approva nuore irrequiete…

Assapora  torte di tutte le qualita’ non disdegna qualche goccetto di gin e , purche’comodamente seduta sul suo divano , guarda soap opera e repliche di show.download-5.jpg

Coccola cani, non levrieri, ma corgi piccoli e massici con zampette tozze e code cespugliose.

Ama i cavalli, ma non stana volpi con mantelle regali svolazzanti…images-1.jpg

Nel passato non mi sovvengono simili regine,  nemmeno nelle favole …

Ha 92 anni e’fotografatissima

Elisabetta, gia’ da piccola  (  nelle foto ) aveva un’aria assennata, anziche’ in abiti di seta e merletti , poco convincenti, comparendo in divisa da ausiliaria  images-2.jpgesprimeva cosi’ un visibile senso di dovere.download-6.jpg

Bramava gia’alla mezza eta”

Elisabetta vive come una persona comune e nell’immaginario collettivo e ‘una distinta piccola borghese.download-2.jpg

E con quest’aria da signora Winsor continua a mantenere popolarita’.

Ed Elisabetta II, regina d’Inghilterra eccola seduta , in prima fila, accanto ad Anna Wintour, mitica direttrice di Vouge, ( Il diavolo veste Prada ) per seguire la sfilata dello stilista emergente Richard Qinn…921522670.jpg

Si ispirera’ ?…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Richard Quinn

 

 

 

 

 

 

 

PRANZO E CENA CON TAKEAWAY

la grande Sophia Loren stende la sfoglia

la grande Sophia Loren
stende la sfoglia

Immagini televisive di cuochi con proposte di piatti e piatti e nuove ricette ci accompagnano a tutte le ore. Professionisti  famosi come divi, novelli giudici  in trasmissioni televisive bistrattano concorrenti  pur con  ricette succulenti e scenografiche e sovente  caroselli ripetitivi e tamburellanti di come far la amatriciana si susseguono…

chef e tiranno Crocco

chef e tiranno
Crocco

Ma ora un colosso danese JUST EAT, in barba alla dieta mediterranea, sta conquistando anche il nostro paese: basta un click e il tutto arriva a domicilio.images

Ma si, anche noi a volte, come nei film americani , ma saltuariamente, davanti a un frigorifero vuoto, e dopo una giornata particolarmente faticosa, si ricorreva alla consegna di qualcosa di pronto. Era però una parentesi specialmente, diciamolo, per la vita di un single e non si andava al di là di una pizza…

Ma ecco un cambiamento delle abitudini e dei ruoli: la maggior parte delle utenti è donna!!!images-1

Con l’ordinazione via on line il takeaway, specialmente nelle grandi città,  di questa  Just Eat, in poco tempo sta diventando un fenomeno di massa anche nel nostro paese.

Successo già affermato in Inghilterra,in Belgio, in Spagna e persino in Brasile e in India.images-3

In un paese come il nostro, amante delle tradizioni e del del buon cibo con la passione di spadellare tra i fornelli e la scelta dei prodotti DOP e la capacità di stendere la sfoglia, ci si arrangia ormai così e udite udite anche nei giorni festivi.

Pare che i clienti più inclini ad ordinare pranzi e cene via on line siano qui da noi persone tra i 18 e i 44 anni: impiegati, studenti, manager, professionisti, ma anche famigliole con pargoletti al seguito scelgono cenette italiane,cinesi,giapponesi indiane…ed inoltre una grande percentuale di questi utenti sembra non abbia un lavoro…

Misteri su misteri e grandi rivoluzioni in questo nostro bel paese!!!images-6

images-7Non c’ è da stupirsi dicono gli studiosi, già i McDonald’s avevano segnato  processi globali di cambiamento nella nostra società.

Le tradizioni con carattere ripetitivo non stanno al passo con  la complessità della vita attuale specie nelle grandi città ed anche il ruolo della donna, regina tra i fornelli, è in evoluzione inarrestabile.images-2

Mi auguro che il Natale, con i tortellini, l’arrosto, lo strudel e per chi ama il pesce con tutte le ricette annesse resista, si , sono certa,  resisterà.

Accanto alla standarizzazione rimarrà il desiderio di recuperare l’ antico.

“Che bel profumino” esclameranno gli ospiti entrando e le pietanze elaborate ripescate da vecchie ricette in bella mostra si esibiranno gloriandosi!!!

I