E LA SICUREZZA A MILANO?

Donne all' Expo del passato

Donne all’ Expo
del passato

Rientrando in autobus dopo aver concluso in un CAF la dichiarazione dei redditi, un concitato animoso dialogo tra un paio di signore suscita la mia curiosità e non mi trattengo dal chieder loro “Cos’ è successo?” Palesemente preoccupatissime: “Un uomo in tribunale ha ucciso due persone e ferito delle altre sparando con una pistola ed è ancora asserragliato dentro” mi informano. Un attimo di panico mi attanaglia pensando ad Antonella uscita per un corso sul Medio Evo all’ Umanitaria ,sede vicinissima al tribunale. Guardo l’ora e mi tranquillizzo ricordandomi che la mia figliola è già lì da un paio di ore. Appena a casa mi sintonizzo su Sky dove in diretta  informano minuto per minuto l’ accaduto :sono tre i morti   ed un ferito. All’ angoscia si aggiungono stupore e incredulità .Chi mai avrebbe previsto una simile carenza a Palazzo di Giustizia.?

Palazzo di Giustizia

Palazzo di Giustizia

< Chi di sicurezza si occupa !!!  > Dico tra me e me

E’  bastato un falso< pass> ad un killer per entrare, uccidere e uscire indisturbato.

L’Expo è ormai alle porte, si susseguiranno manifestazioni in ogni dove

 Piazza della Scala

Piazza della Scala

Chi ci tutelerà dopo l’ espugnazione del Palazzo di Giustizia?

Scopro, con notevole preoccupazione, che la sicurezza nei padiglioni della mostra mondiale, sarà affidata alla stessa agenzia operante all’interno dell’ ormai tragicamente famoso Palazzo..

Galleria

Galleria

Osservo nei quasi quotidiani video propagandisti dell’ Isis

come questi terroristi si allenano e si preparano agli attacchi; spero allora in  nostri tutori della sicurezza, pronti come dei “supermen” attentissimi nel prevenire qualsiasi pericolo.

   Navigli

Navigli

E le metropolitane?

E le stazioni?

Stazione Centrale

Stazione Centrale

E gli areoporti?

E le vie?

E le piazze?

E i cinema?

E i teatri?images

E i campi di calcio?

E il Duomo?

Che Iddio ci aiuti…

Annunci

E L’IDENTITA’ DI MILANO?

imagesLa Pirelli venduta ai cinesi, Pisapia non si ricandida, Milan e Inter in crisi, l’identità produttiva milanese e quindi italiana, sparisce.

 Milano

Milano

La R.C.S. libri della Rizzoli sarà assorbita dalla Mondadori, i marchi di milanesità se ne vanno, sparirànno pezzi di imprenditoria di cultura del lavoro .

l’ identità milanese, il modello culturale, la coalizione sociale che rese grande Milano,si smarrisce, non sopravvive.

MILANO  IL NAVIGLIO GRANDE

MILANO
IL NAVIGLIO GRANDE

L’ Expo evidenzia una Milano che si trasforma , rimane la moda anche se prodotta in Asia, ma la creatività è ancora qui con le sue capacità miracolose

E LASSU’ I CIELI GRIGI MI ATTENDONO…

images-9Anche  se , sole e cieli azzurri quest’anno si alternano a scrosci improvvisi di violenti acquazzoni, ed il mare si offre  con onde spumeggianti sotto voli di gabbiani regalandoci immagini pittoriche, dobbiamo rientrare nel nostro quotidiano.images-13images-12images-4

Cieli grigi ci accoglieranno e Milano ci richiama con i suoi rumori, con la sua conseguente nevrosi, con la sua attivita’, ma anche con le abbondanti offerte culturali: incontri , spettacoli, cinema…

E dopo l’ ubriacatura estiva sento il desiderio del recupero dei miei spazi, dei miei interessi, dello stridere metallico dei tram…images-7images-8

E voglio riprendermi la mia citta’, camminare tra negozi e luoghi incredibilmente  e puntualmente ogni stagione rinnovati…images-5

Ma questa e’un’altra storia.

Essendo vissuta per parecchi anni a Torino dove annualmente  ritrovavo il caffe’storico sempre ugualmente splendido, recuperando e nell’arredo e nella raffinatezza i ricordi di un passato glorioso; e  le certezze di negozi tradizionali divenivano  punti di sicuro riferimento.imagesimages-1

Insomma ritornavi sempre a casa.images-2

Al rientro  a Milano in autunno , passeggiando qui e la’ nelle varie zone, quasi mi smarrisco in immagini newyorkesi dominate dall’apparire di influenze architettoniche di prestigiosi e internazionali architetti.images-3

La “grandeur” milanese gia ‘svetta in zona Porta Nuova.

Sta sopraggiungendo l’EXPO ,arriveranno milioni di visitatori e urge lo spolvero…

E sotto pigge battenti attraversi le vie immergendoti in pozzanghere e ti ritrovi innondata da spruzzi violenti sollevati dall’apparir di macchine velocissime e incuranti dei pedoni.images-11

E passando sui marciapiedi ondulati irregolarmente ristrutturati chissa’da chi e chissa’come,  rischiando pericolosi traumi, cerchi di autoconvincerti  di vivere in una citta’a livello europeo…

Ci vuole ben altro che uno spolvero!!!

Ma i nostri amministratori ogni tanto scendono dalle auto blu?

Biciclette in bella mostra da affittare emergono in ogni dove, ma dove sono le vere piste ciclabili?

Ricordo a Vienna all’interno del “ring” e quindi nel centro storico,  percorsi veramente e completamente praticabili senza rischiare la vita come succede qui a Milano.

Ma, suvvia consoliamoci con mostre importanti ed interessanti che la citta ‘ci offrira’ e pensiamo agli incontri culturali e agli spettacoli teatrali ,ai grandi stilisti, ad Armani, A Dolce e Gabbana, a Capasa di Costume Nazional e…e…e…

E’ Milano.