AIUTO AIUTO PER GLI ALBERI IN DUPLICE FILAR

imagesCerco di recuperare la normalità e con fatica mi impongo attività interrotte da più di un mese. Ma si ,supero una pigrizia che mi attanaglia e mi infilo la tuta per fare un po’ di ginnastica. Programmo un roomba in una parte del salone e nello spazio che mi riservo, accendo il mio piccolo televisore, stendo sul tappeto di fronte la stuoia e col sottofondo del ronzio del mio robottino eficentissimo, col telecomando  saltapicchio dalla rete” tre rai “alla”sette,” entrambe con dibattiti politici e aggiornamenti su una” lega”ormai spinta sin nella Roma Capitolina per arraffare voti andando a braccetto, senza indugio, a “Casa Pound” una destra fascista che più a destra non si può.images-1

Ma questa è un’ altra storia…

Ho esagerato, non riesco a completare , se non con un po’ d’ affanno, la breve attività ginnica. La doppia dose di antibiotici ha lasciato il segno. Dopo una salutare doccia mi conviene tentare un recupero di fiato con la consueta passeggiatina intorno al mio isolato.images-2

I giardini qui vicino con alberi secolari mi riservano una sorpresa: sono parzialmente circondati da una rete metallica e su un cartello appeso leggo del prossimo inizio dei lavori per un nuovo troncone di metropolitana, con le pronte scuse del comune per i futuri disagi, in nome del progresso della città.

Io rispetto il progresso e tutti i vantaggi che ne derivano, ci mancherebbe!!!images-3

 Ma mi sovviene un articolo sul “Corriere della Sera” di qualche giorno fa in cui si preannunciava la conseguente necessità di sradicare moltissimi alberi su quel percorso.images-4

Milano non è famosa per il suo verde..

.Questo è un polmone di ossigeno che esploderà, come ogni anno, offrendoci boccate di salutare respiro dopo mesi e mesi di polveri sottili ingurgitate, complici giornate luminose, ma velenose per le nostre vie respiratorie…images-5

No, non posso pensarci, sarebbe un delitto non poter assaporare l’ ombra di queste piante certamente secolari, altissime con rami lunghissimi ed enormi foglie che puntualmente ogni primavera ci accompagnano amiche, sempre presenti, immancabili nel trascorrere momenti di tranquillità ,passeggiando ombreggiati incuranti dell’andar del tempo e insonorizzati dal pur inevitabile via vai di macchine nelle strade accanto.images-6

Non sottraiamo angoli benefici per bambini sull’altalena o sugli scivoli, panchine accoglienti per una lettura o per due chiacchiere con chi si riposa accanto. E lasciamo un andare tranquillo di una bicicletta in questo provvidenziale e raro percorso ciclabile e accogliamo uno scorrazzare felice di un cagnolino che stimola la sua anziana padrona a ripercorrere su e giù  questo giardino incredibilmente sopravissuto per anni e anni all’ avanzare del cemento.

DES BAINS Grand Hotel …ed il suo declino

DES BAINS grande hotel del lido di Venezia

DES BAINS
grande hotel del lido di Venezia

Ingresso sbarrato e la scalinata infestata dalle erbacce.

Che tristezza!,,

IL Des Bains, grande albergo e simbolo del Lido di Venezia, gia’ dagli inizi del ,900, ora chiuso, sancisce la fine di un’epoca.

un salone del grande albergo

un salone
del grande albergo

I suoi saloni dall’atmosfere  liberty furono sfondo di film .Luchino Visconti, scelse questi ambienti per Morte a Venezia, pellicola tratta dal romanzo di Thomas Mann.

scena girata al Des Bains da Visconti

scena girata al Des Bains
da Visconti

Attori internazionali, registi famosissimi, alta finanza europea vi stazionavano periodicamente in questa isola veneziana con un mare bellissimo ed una spiaggia dorata dalla sabbia finissima; battigia che anche io da ragazzina specie in autunno raggiungevo per crogiolarmi all’ultimo sole vivendo, allora  a Treviso, vicinissima a Venezia.

Bagnanti degli anni '30 al Des Bains

Bagnanti degli anni ’30
al Des Bains

L”AGA KAN, famoso per i suoi banchetti nei giardini splendidi del Des Bains, troverebbe al posto dei tigli e dei pini marittimi sempre curatissimi e lussureggianti, grovigli di sterpaglia…

Era una stazione balneare internazionale lussuosissima e di enorme prestigio.Pensate cheimages

su suggerimento di Henry Ford, gia’ all’inizio del ‘900, il conte Giuseppe Volpi di Misurata, nome storico della finanza, fece costruire  uno dei migliori campi da golf dell’ Europa…

Banche e grandi famiglie venete sembrano ora  attivati per riportare il grande albergo ai fasti di un tempo …images-4

Vogliono trasformarne una parte in appartamenti  lussuosissimi, e accanto altri residence con vista mare e una enorme darsena con posti barche e parcheggi per macchine e…e…e…images-2

Ma incombono crisi immobiliari.. .ed altri problemi…

Accompagnai, anni fa,  mio marito per un servizio giornalistico e fummo ospiti al Des Bains. Attraversavi queste stanze e olterpassavi questi saloni immersi in un alone  carico di storia e di emozioni.

E una notte fummo svegliati per un incendio .Per un attimo pensammo ad uno scherzo di qualche burlone un po’ alticcio disponendo di frigobar fornitissimo, ma quando un acre odore di fumo colpi’ le nostre narici scendemmo  precipitandoci  nell’ ascensore.

Comportamenti irrazionali collettivi provocati da panico improvviso.

Nemmeno una scintilla aveva sfioralo l’albergo ,per fortuna il fuoco  era divampato in un locale esterno adibito a magazzino

Era ancora in auge in tutta la sua maestosita’