GLI ESAMI NON FINISCONO MAI

Gia ‘nella scuola primaria

pexels-photo-3853300.jpeg

Photo by Andrea Piacquadio on Pexels.com

apparivano  scogli da superare. Un fiocco azzurro dominava su un grembiule piu’che mai candido  e inamidato ed il tutto  contribuiva  a  dar solennità al passaggio ad una classe superiore.   Selezionavano inoltre, con un esame di ammissione ,  l’ingresso  alla vera  scuola media.

kids-girl-pencil-drawing-159823.jpeg

Photo by Pixabay on Pexels.com

I  nostri governi   si alternano alla velocità della luce e ministri  dell’istruzione si susseguono lasciando tracce  e innovazioni a volte drammatiche .

E con le loro impronte  indelebili passeranno alla storia ?

Esame di maturità .

‘Sfogliavamo avidamente il giornale cercando il nome e la provenienza del commissario esterno.

Nei quindici giorni precedenti   all ‘ inizio dell’esame ripassavamo  dalla ‘álba a notte fonda i programmi dell ‘ultimo anno ed  i  riferimenti   alle materie degli anni precedenti intercalando tazzoni di caffè a sigarette fumate  di nascosto sul terrazzo.

pexels-photo-1595391.jpeg

Photo by Fox on Pexels.com

<  Straordinaria la sua analisi  tra il sesto canto dell ‘inferno  e l’analogo delle altre cantiche dantesche, mi complimento con lei >.

< Ragazze, che botta di fortuna ! >

Il commissario esterno, arrivato da Brindisi a Torino,  era lo stesso professore gesuita   che alcuni anni prima aveva esaminato Dino , il mio fidanzato .

,<  Preparati sul sesto canto dell ‘inferno e….>

Soffiata più che mai opportuna !!!

Ma questa e’ un ‘altra storia.

Ma gli esami non finiscono mai  ”    Eduardo De Filippo ”

Ed ora tocca a  Simone il mio amatissimo nipote

La sua maturità’ inizierà’ fra pochi giorni.

pexels-photo-3985193.jpeg

ragazzi in tempo di pandemiaPhoto by Gustavo Fring on Pexels.com

In piena pandemia da coronavirus nella più totale incertezza organizzativa : aule da santificare , distanze da mantenere, mascherine da indossare , commissari d ‘esame da precettare…

E gli esami …

ARTE CULTURA BELLEZZA il nostro petrolio

      NOTO

NOTO

images-1   Da un magazine del Corriere della sera

Il disprezzo per i turisti.

Erice

Non c’e’giornale, trasmissione televisiva, che non inneggino al nostro petrolio:

In Sicilia Noto,Erice, Agrigento. In Calabria, In Campania,in Salento…

Posti meravigliosi,arte a piene mani ovunque.

Uno straniero quando arriva all ‘aeroporto, se c’e’, sovente per raggiungere una localita’segnalata per la sua importanza artistica, per  i suoi reperti archeologici, per la sua bellezza , per il suo mitico mare, si scontra con la realta’.

Mancano i collegamenti, e se ci sono spesso sono atavici e lentissimi.

Non siamo un paese del terzo mondo, siamo l’ Italia, una potenza industriale, un paese che detiene  arte ,cultura piu’di ogni altra localita’ al mondo.

Appunto in Italia il petrolio c’e’non bisogna trivellare per cercarlo, basterebbe poterlo raggiungere.

Perche’allora disprezzare i turisti , costringendoli  a spendere cifre notevoli se ad ogni costo vogliono raggiungere il sud?

Perche’ lasciar diventare  piu’competitivo qualsiasi altro posto meno attraente del nostro paese? Mi piacerebbe trovare una risposta

Vegata  immortalata da "Montalbano"

Vegata immortalata da “Montalbano”

A BIBI e BIBO

foto-1

BIBI, BIBO' con me nel deserto egiziano

BIBI, BIBO’
con me nel deserto egiziano

                           BIBI    BIBO ovvero IMG00400-20110721-1625

SIMONE  e TOMMASO Arrivano  ormai annualmente in aereo,accompagnati dalla hostess. Io li aspetto all’areoporto di Brindisi ed è già un divertimento ascoltarli. “Durante il volo avete mangiato qualcosa?” Certo” ad unisono “noccioline salatini e cocacola”. E via col taxi verso il villaggio Serra Alimini. Alla velocità della luce e, appena a casa, infilato costume, ciabatte e , asciugamano sulla spalla e in men  che non si dica, spariscono sotto le onde. Il primo rito mattutino.  Con le bici, vanno nella piazzetta per acquistare latte, pane e giornale. A volte si buca la borsa di plastica e addio alle monetine di resto. Ma sicuramente partono e arrivano insieme. E assieme giocano  con le bocce , assieme  vanno a rivedere i pochi resti arrugginiti di una nave  che ancora emergono dalla sabbia, chiedendosi se un tesoro potrebbe esserci da qualche parte. Assieme giocano a pallone ,assieme mi coinvolgono nei loro racconti con molta allegria, assieme mangiano avidamente qualsiasi pietanza propongo loro. Assieme stanchi salgono, giunta la sera, sui loro letti a castello  e dopo il rito della buona notte entrambi con un libro e le palpebre cadenti mi dicono “Buona notte”  e “domani vorremmo fare lezione di surf”.

Il mitico dolce tiramisù

Treviso piazza dei signori

Treviso
piazza dei signori

Leggendo il Corriere, scopro che l’antico ristorante LE BECCHERIE di Treviso ha cessato l’attività.

Non è possibile! Come si mangiavano in quel posto i piatti tipici, i risotti col radicchio, il baccalà, i dolci…tiramisu-722356

E a proposito il mitico TIRAMISU’Io, ritornavo in quella città, per ritrovare le mie radici, essendovi nata e vissuta sino a 15 anni, ed inoltre per vedere splendide mostre: ne ricordo una in particolare sugli impressionisti con quadri provenienti da tutto il mondo. Che meraviglia!  Dormivo in un delizioso alberghetto subito dietro  ” piazza dei Signori,” così potevo godermi il centro e la mitica Calmaggiore.treviso11 Ma, bando alle ciance, è del tiramisù che voglio ricordare la ricetta. Su uno strato di biscotti savoiardi, lievemente inzuppati con caffè tiepido, versare una goduriosa crema. E ora spiego come farla. E’ semplicissima: si mescolano due o tre rossi d’uovo con un paio di etti di zucchero sino a rendere il tutto cremoso, si aggiungono 500 grammi di mascarpone ed infine  i tuorli montati a neve , girando il tutto leggermente. La crema si rifinisce con un velo di cacao.Volendo gli strati possono ripetersi.

Tokio

Tokio

Pensare che questo dolce l’ho trovato a Tokyo…Ma questa è un’altra storia.

tokio signore in kimono

tokio
signore in kimono