ASSICURAZIONE SI MA NON A MIA INSAPUTA

images-3La porta blindata di una prestigiosa ditta tedesca, indice di notevole sicurezza per impedire intrusioni di persone indesiderate era la garanzia che mi faceva dormire sonni tranquilli, dopo un disastroso furto nel mio appartamento.

Ma questa e’un ‘altra storia.

Ma l ‘imprevisto e’sempre in agguato…images-1

Un brutto giorno all’improvviso si concretizza. Rientro uno strano ‘clic ‘mi fa  riavvicinare alla porta, cerco di girare la chiave per riaprirla, ma ci credereste, non si sposta ne ‘a destra ne’a sinistra. La porta e’bloccata, non c’e ‘verso di riaprirla, la serratura non ne vuol sapere, la chiave non ruota nonostante i miei sforzi.

Cerco di mantenere la calma. E’un sabato pomeriggio. Incomincio gia’a soffrire di claustrofobia…Mi dico < respira, respira fondo, ripesca una formula yoga per rallentare i battiti cardiaci > la situazione non migliora. Pesco in un cassetto un lubrificante ne spruzzo una quantità notevole, riprovo a rimaneggiare : non succede nulla!!!

Conflitto degli ingranaggi?images

Ma c é’internet !

Ci sara’qualcuno  a cui e’successo un analogo problema. Una soluzione ci potra’essere. Antonella, mia figlia, altrettanto preoccupata per la situazione in cui ci troviamo, suggerisce < Chiama i pompieri >

Dico io < sto leggendo sul computer i  suggerimenti per sbloccare la prestigiosa  serratura tedesca >

Uno e’certo del mancato allineamento delle due sezioni del cilindro…

Io non ho mai visto un cilindro ne tantomeno le sue sezioni…

Ma continuo a leggere…

Dotarsi di tre chiavi : alla prima tagliare la lama di sinistra, alla seconda la lama di destra, inserire la prima modificata e provare ad effettuare un giro; lo stesso procedimento con la seconda e quindi con la terza, integra ,fare un podi giri sino a quando la serratura non riprende a funzionare…images-6

A questo punto, allibita, ritrovo la cartellina con i numeri telefonici di chi mi aveva montato la porta blindata.  Oh, meno male , un po’ di fortuna !  Ci sono tutti i numeri necessari per contattare l’artigiano, persino il suo cellulare!!!

Ma e’sabato pomeriggio : al negozio nessuno risponde,  ne tantomeno al cellulare. Cerco allora  numeri per interventi d’urgenza . < Lasciate il vostro messaggio e sarete richiamati >

Aspetto, ma nessuno mi richiama.images-5

Telefono allora ad un mio famigliare abbastanza in zona che si precipita ed  anch’egli dall’esterno con la chiave inutilmente prova a riaprire la porta.

Riesce finalmente a parlare con un cellulare di pronto intervento, ed e’un vero pronto intervento tant’e’che la persona concretamente si materializza guidata da mio genero.

Tentano e ritentano invano : la serratura non ne vuol sapere di aprirsi.images-2

Basterebbe conoscere un ladro, visto i continui furti negli appartamenti,  dico tra me e me.

Al di la’ mi dicono  < Bisogna rompere e serve  una presa di corrente per collegare il trapano  >

.Il fine settimana incombe. Bisogna scendere di un piano per trovare un’anima pia che ci possa collegare con l’elettricità’ per far funzionare il trapano . E per un paio d’ ore rumorosamente il fabbro lavora. Nessuno esce per chiedere che cosa stia succedendo. Siamo a Milano …Rimpiango  la provincia…

Un buco notevole appare e la porta si apre

< Lunedì tornero’ con una nuova serratura e restaurero’ la parte rovinata > Sentenzia il fabbro.

Tra una cosa ed un’altra il costo sara’di  ottocento euro.

Mi si accende una lampadina :ho una assicurazione” full casa”.images-4

Per aver un eventuale rimborso, mi informa l’agente subito interpellato, avrei dovuto chiamare il pronto intervento convenzionato con l’agenzia assicurativa…

Assicurazione si !!!

TELEFONO meravigliosa invenzione

Mi raccomando, telefona appena arrivi”

telefoniste

telefoniste

Richiesta ricorrente dei genitori puntualmente ignorata.

“non trovavo  gettoni per chiamarvi”.

gettoni telefonici

gettoni telefonici

..

Ed allora dotavamo le nostre fanciulle di capienti sacchetti ricolmi di questi oggetti a dir loro,introvabili ,gettoni telefonici…

tipica cabina telefonica inglese

tipica cabina telefonica inglese

Ancor prima, negli anni del boom ,ogni abitazione fruiva di questa comodita’ ma  per spender meno attivava il duplex, e  così due famiglie si inserivano nello stesso abbonamento.

.E da li in poi iniziavano i drammi: linea costantemente occupata e non appena riuscivi ad infilare una telefonata, immancabilmente dal citofono una voce sollecitava di completare la comunicazione…

linea interrotta?

linea interrotta?

E se ti eri dimenticato una cosa importante, disseminate nella citta’ comparivano cabine telefoniche con gettoni a tempo e, spesso,  nel piu’ bello della chiacchierata ,  la comunicazione si interrompeva…

E  per le interurbane si contattava un centralino…e dovevi ricordarti del prefisso della località richiesta… e rimanevi in attesa sperando in un veloce collegamento…

turni per telefonare

turni per telefonare

La tecnologia fa passi da gigante, i cellulari sono nelle tasche di noi tutti. Si parla ovunque  in continuazione. Ad alta voce senza un minimo  pudore, si raccontano problemi famigliari,si intrecciano amori, si “sussurrano” affettuosita’, si confermano appuntamenti di lavoro sviscerando con indifferenza particolari riservatissimi…CandlestickTelephones copia

E bla bla bla…

e poi si cerca il garante della privacy !!!tele vignetta

E in tempi ormai lontani incontrando qualcuno che blaterava compulsivamente era inevitabile pensare  “poveretto, deve avere dei gravi problemi, sta parlottando da solo”.Ora invece  controlli sperando nella comparsa del filo penzolante dell’auricolare…

giovani con lo smartphone

giovani con lo smartphone

E  con lo smart phone viaggi in internet, fai foto da inviare simultaneamente ovunque e l’aggancio alle cellule permette di segnalare ogni spostamento…

Privacy e liberta’che si cara vo cercando…

Dalla BELLUCCI alle Cinquantenni di tutti i giorni

Bellucci

Bellucci  splendida cinquantenne

Esclamare :<oggi sono cinquant’anni> per una donna dei nostri giorni e’solo

una tappa della vita.

Andando indietro nel tempo, quest’eta’, era quasi la fine. Si entrava in una fase critica, non c’erano piu’aspettative per il futuro. Si volgeva per un attimo lo sguardo al passato con ricordi piu’o meno felici e si continuava… da anziana…e con gli  atteggiamenti e con i pensieri.

Oggi le cinquantenni sono ragazze giovani, sia nel fisico che nella mente.

Il progresso della medicina, l’attenzione all’alimentazione, la cura per il proprio corpo, sono alla portata di tutti. Le informazioni raggiungono ogni angolo del nostro paese, ogni donna puo’ recepirne i  vantaggi .

La vita e’ facilitata  e alleggerita dai vari elettrodomestici ,la televisione sforna capillarmente in ogni paesetto consigli salutistici .

E se una attuale cinquantenne vuol maggiormente aggiornarsi , con  internet, da qualsiasi angolo del nostro paese,ha le stesse disponibilita’di chi vive nelle metropoli.

Negozi convenienti per acquisti on line, giornali  on line con consigli  di bellezza , di moda, di cucina…

Ed ecco ovunque si aggirano giovani cinquantenni ; belle ,eleganti, prestanti, consce della loro seconda giovinezza, qualita’, una volta ,riservate solo alle dive…

Attenzione pero’: aleggia sempre nell’aria questa frase <dietro liceo,davanti museo>

Sconsiglierei quindi a questo punto, pur con gambe longilinee, la minigonna.

Invece, potendo economicamente, suggerirei di “aggiornarsi “con qualche aggiustatina qui e la’.

Giovani cinquantenni avete davanti a voi un futuro che vi aspetta!