BALOTTELLI pirotecnico campione

images-2E’nero, e’giovanissimo, e’italiano,e’ricchissimo e’un grande campione del pallone, e’ Balotelli.

Vive in una casa a dir poco strepitosa, guida macchine costosissime, frequenta ed e’corteggiato da prestanti fanciulle.

Il talento avuto in dono dalla natura, gli ha fatto raggiungere vette impensabili alla sua giovanissima eta’.

Gli si perdonano tutte le sue irruenze, le sue intemperanze, i suoi comportamenti ,le sue nottate incandescenti: e’un campione.

E per i fanatici del pallone e i per giovani con incerto futuro ecco un mito

da imitare? E’impossibile, ma ecco apparire teste rapate lateralmente e con una cresta al centro e camminate da bullo…

E sognano…Perche’ no potrebbe capitare anche a qualcuno di loro

una vita da nababbo, basterebbe saper far tanti gol…avere il manager giusto…la squadra giusta…

Ma alla fine, continuando a fantasticare, lo seguono dagli spalti o dallo schermo televisivo, urlando, commentando, dando consigli…e’ormai uno di loro…

Gioiscono con lui di tutte le sue conquiste, giustificano i suoi errori…

In Brasile, attendendolo, va a ruba la sua effige in cartone.

Ha poco piu’di vent’anni ,ma anche tante fragilita’.

 

images-1 images

 

 

Annunci

A BIBI e BIBO

foto-1

BIBI, BIBO' con me nel deserto egiziano

BIBI, BIBO’
con me nel deserto egiziano

                           BIBI    BIBO ovvero IMG00400-20110721-1625

SIMONE  e TOMMASO Arrivano  ormai annualmente in aereo,accompagnati dalla hostess. Io li aspetto all’areoporto di Brindisi ed è già un divertimento ascoltarli. “Durante il volo avete mangiato qualcosa?” Certo” ad unisono “noccioline salatini e cocacola”. E via col taxi verso il villaggio Serra Alimini. Alla velocità della luce e, appena a casa, infilato costume, ciabatte e , asciugamano sulla spalla e in men  che non si dica, spariscono sotto le onde. Il primo rito mattutino.  Con le bici, vanno nella piazzetta per acquistare latte, pane e giornale. A volte si buca la borsa di plastica e addio alle monetine di resto. Ma sicuramente partono e arrivano insieme. E assieme giocano  con le bocce , assieme  vanno a rivedere i pochi resti arrugginiti di una nave  che ancora emergono dalla sabbia, chiedendosi se un tesoro potrebbe esserci da qualche parte. Assieme giocano a pallone ,assieme mi coinvolgono nei loro racconti con molta allegria, assieme mangiano avidamente qualsiasi pietanza propongo loro. Assieme stanchi salgono, giunta la sera, sui loro letti a castello  e dopo il rito della buona notte entrambi con un libro e le palpebre cadenti mi dicono “Buona notte”  e “domani vorremmo fare lezione di surf”.