SCUOLA e… costi infiniti

 il nuovo anno scolastico.

si va a scuola

si va a scuola

Per Tommy c’e’il rientro. E’indifferente allo scorrere del panorama.Tuffi e passeggiate inserite tra uno scroscio e l’altro di questo strano inizio di settembre ,lo hanno comunque appagato. Un velo di tristezza mista forse ad un po’di nostalgia emergono dal suo sguardo attraversando il Salento verso l’aeroporto.

Inizia il nuovo anno scolastico e son dolori per le famiglie:costi altissimi…inizia-la-scuola

I libri per le scuole superiori assorbono quasi uno stipendio, problema che si ripete annualmente e certamente questa e’una delle cause dell’abbandono dello studio, di molti ragazzi.

Ho scoperto, viaggiando, alcuni paesi in cui i testi scolastici, proprieta’dello stato, vengono forniti agli studenti con l’obbligo di restituirli in perfetto ordine alla fine del percorso di studio ,senza alcuna spesa.anno-scolastico-262x278

Che ne dite? potrebbe essere un’idea? Investire sulla cultura non e’ l’unico modo per migliorare un paese?

E per un futuro migliore di tutti i nostri giovani serve una scuola fruibile da tutti i ceti  dando a tutti le stesse opportunita’.

Sara ‘anche questa un’utopia?

Nelle scuole staineriane, i testi sono preparati da ogni insegnante anno per anno ed elargiti , spiegandoli ,ai ragazzi quotidianamente.

Il lavoro e l’ aggiornamento e’notevole e certamente questi professori seguono un percorso filosofico e pedagogico che non e’da tutti

.Pero’

la scuola e l’insegnamento non sono statici, il mondo si evolve e quindi la pedagogia ne deve prendere atto e l’aggiornamento, come in ogni seria professione, e’una necessita’

Ruotano ministri della pubblica istruzione,e, quando annunciano cambiamenti, sovente attuano piu’danni che altro.gruppo_studenti

E anche quest’anno i ragazzi, per risparmiare, cercheranno bancherelle o le librerie dell’usato, presenti  specialmente nelle grandi citta’,per trovare testi a minor prezzo.Spesso ,i libri sono uguali, ma le case editrici,nelle nuove edizioni si sono premurate di modificare gli esercizi…

 E udite udite: al salone del libro di Torino hanno parlato di aprire il mercato e Book nel settore scolastico..

.fiera_del_libro_torino-200x200Ma se nella scuola pubblica i genitori acquistano la carta igienica con una colletta!

Ed il gap tecnologico delle famiglie rispetto alla tecnologia e’marcato!

salone del lbro di Torino

salone del lbro di Torino

Annunci

DA yes we can di OBAMA a PODEMOS di Pablo IGLESIAS

Iglesias capo del movimento spagnolo Podemos

Iglesias
capo del movimento spagnolo Podemos

Professore universitario, trentacinquenne, di accattivante aspetto e’

Obama

Obama

Pablo Iglesias, leader di Podemos, nuovissima formazione politica, nata da pochi mesi in Spagna, e gia’ in auge a Madrid, complice la sua fluente dialettica ed il suo carisma.

Affronta temi sociali, in una Spagna enormemente  in crisi con altissima disoccupazione. Vuole cambiare l’Europa, senza uscirne. Sovente erroneamente accomunato a Beppe Grillo,non e’populista.

Partecipa al movimento degli” Indignados “e quindi nasce” Podemos.”

Uno slogan ispirato da” Yes we can “di Obama, infatti” Podemos ” si traduce possiamo farcela.

Pablo Iglesias capo di Podemos

Pablo Iglesias
capo di Podemos

Per il bell’aspetto e la battuta pronta, e’ richiestissimo in televisione, ma annovera nel suo curriculum due lauree e due master e nei dibattiti non e’mai banale e riesce facilmente a tener testa agli avversari politici usando  toni pacati.

Ha pochissimi mezzi, essendo un professore a progetto,cioe’pagato mille euro

come i giovani con analogo contratto.

Durante la sua breve campagna elettorale , ha girato il paese  con un furgoncino e pochi euro in tasca.

Ce l’ha fatta entrando con cinque seggi nel Parlamento Europeo..

E il prestigioso giornale New York Time lo ha gia’ribattezzato il Barack Obama spagnolo.iglesias 2

Un ragazzo col codino, ma di parola.