FEDERICA PELLEGRINI SPETTACOLARE CAMPIONESSA

E’ bellissima

Francesca Pellegrini mentre sfila

Francesca Pellegrini
mentre sfila

un prestigioso settimanale francese l’ ha effigiata in copertina definendola l’ultima diva. Ma stiamo parlando di

Federica Pellegrini

della nostra straordinaria campionessa di nuoto che con grande caparbietà ha conquistato ancora la medaglia d’ oro nei 200 metri. E’ una ragazza “d’ oro”, mai nessuna ha fatto tanto nella storia del nuoto.

Pellegrini of Italy smiles after winning and setting a world record in the women's 200m freestyle swimming final at the World Championships in Rome

Ha già avuto copertine a iosa per la sua fama, per i suoi amori.e per la sua spettacolare bellezza.

Ma il suo percorso è costellato anche di momenti bui , di angosce, di panico che sopraggiungeva…

Ma con una straordinaria forza di volontà e con l’aiuto di prestigiosi allenatori ha saputo risollevarsi e puntare ancora al massimo risultato ed a ottenerlo.1408649845338_federica_pellegrini_oro_200_mondiali_shanghai_2

Col suo volto da ragazzina emerge dall’acqua soddisfatta e la vedi sfilare con la sicurezza di una  Campbell, e con un pizzico di ironia esibire con straordinarie falcate il suo fisico perfetto ,e abbracciata al suo campione straripare di sorrisi carichi d’amore.

Quando si racconta scivola con noncuranza sulle sue capacità  ,sulla sua bellezza.E proprio per questo  sembra quasi la “ragazza della porta accanto”Le-foto-sexy-della-Pellegrini-scatenano-Magnini-e-la-Lucarelli-638x425

E che ragazza strepitosa

Non ci resta che inchinarci di fronte a tanta bravura, tanta bellezza e…tanta semplicità

Sarà per il giornale francese l’ ultima diva…Ma per le nostre giovani un esempio .

E allora ,cosa aspettate  ragazzine ,buttatevi in piscina con lo stesso rigore e caparbietà.Non sia mai che ne peschiamo un’altra tra le giovanissime…pellegrini scultorea

Basterebbe anche puntare ad un fisico così scolpito…

Che ne dite?adidas_Federica_Pellegrini_02_012_x_r_f_C

 

 

Annunci

ERWIN WURN GENIALE ARTISTA

Erwin Wurm

Erwin Wurm

 

Vive ad un’ora da Vienna  in una villa museo con le sue sculture dissacratorie.

E’ un particolare artista, con le sue auto obese, con barche a vela afflosciate, con patate in maglione, con cetrioli monumentali, modifica il contorno delle cose e crea un mondo provocatorio smantellando i miti della nostra societa’ .

macchina obesa

macchina obesa

Si autodefinisce “un bambino leggermente cinico”, ma da piu’ decenni ha conquistato il mondo dell’arte.

La “FAT CAR” rosso ciliegia, Porsche extra -large, esposta nei musei di mezzo mondo, e’ valutata dai suoi collezionisti anche 400 mila euro.

Oggi nel nostro pianeta e’ l’ artista piu’ quotato.

pullover“pop corn metafisici”, cosi’ definisce i suoi lavori, un critico e secondo una rivista d’ arte,  dei “bubblegum dissacratori.” Certamente le sue divertenti opere coinvolgono moltissimo il pubblico.

L’artista ama le patate quanto la lana, i maglioni o le gigantesche camicie con cui riveste le sue”sculture gambe o le sue sculture mani”

uomo patata

uomo patata

Per Wurn la patata, nella sua rotonda indeterminata rotondita’ e’ il simbolo della ridicola stupidita’ del corpo umano, e aggiunge” diamo troppo importanza alle cose, uomini e donne siamo tutti ossessionati dai nostri corpi, con lo sport, con la moda, con piercing e tatuaggi, tentiamo di tirar su i nostri corpi, ma siamo patate, tendiamo verso il basso, e, alla fine, allo stato liquido”.

bici distrutturata

bici distrutturata

Mostra la precarieta’ delle cose.casa

Ha iniziato negli anni ’80: con legni e metalli imbastiva sculture tenute insieme da cavi elettrici o spago.Ma con la serie “One Minute Sculptures”,trasformando i visitatori in “sculture istantanee”, ha conquistato il pubblico internazionale e da qui ha iniziato con i contorni delle cose. L’ artista non si limita a” sfigurare” oggetti quotidiani,ma anche se stesso oltre i miti dell’arte e della cultura..barca

Non c’ e’ museo al mondo che non abbia una sua opera.

E Wurn ” chi sono io di fronte ai grandi dell’ arte o dell’ architettura se non un piccolo Wurn”.