GIOVINEZZA ETERNA ?

ahr0chmlm0elmkylmkzpmc53cc5jb20lmkzibg9nlmnsaw9tywtldxauy29tjtjgd3aty29udgvudcuyrnvwbg9hzhmlmkyymde2jtjgmdelmkzjbglvbwfrzxvwlxnvzmlhlxzlcmdhcmetz29szgvulmpwzwE’una giornata uggiosa: cielo grigio piombo inquinamento alle stelle, ombrelli sempre aperti qui al nord. Dal sud, con l ‘ arrivo di una imprevista corrente africana , ci arrivano immagini di bagnanti  crogiolati al sole dopo un tuffo ristoratore…Sfoglio svogliatamente dei giornali femminili .Interviste piu’o meno interessanti si susseguono.images-6

Mi colpisce, in ogni tabloid, il ripetere di foto di splendide ragazze , di fotomodelle, di attrici: pervade una perenne giovinezza. L’eta’ media non supera mai  i trent’anni.images-1

Simona, mia figlia, periodicamente, arriva stracarica trasferendo giornali di ogni tipo a casa nostra. Il tavolino del salone in un attimo e’ simile a quello analogo di un dentista.images-5

 

Tralascio, per concentrarmi piu’tardi, le copie di “internazionale” o quelle dei “venerdi di Repubblica” e mi rituffo  nell’osservare queste  immagini di una perenne giovinezza. Per queste pubblicazioni il tempo dell’umano e’bloccato tra i diciotto e i trent’anni.images-3

“Qunant’e ‘bella giovinezza,

Che si fugge tuttavia!

Chi vuol esser lieto sia

Di doman non v ‘e ‘certezza”

(Lorenzo de ‘Medici Canti Carnascialeschi, Canzone di Bacco)

Il prima e il dopo non esistono.240px-lorenzo_de_medici

Camminando, anni or sono per Tokyo, notavo per le vie o nelle metropolitane l’assenza di persone anziane. L “umanita’di quella citta’era solo dei giovani.

Ed ora sto pensando la stessa cosa.

Eppure la nostra societa’italiana  si vanta di una poplazione ormai longeva…images-5

Il tempo non scorre piu’. Bisogna fermarlo ad ogni costo. Le immagini ritoccate piu’o meno da fotoshop devono sprizzare  giovinezza ad oltranza. E vai con chirurgia plastica, e vai con botulino per ingannare l’andare inevitabile del trascorrere degli anniimages

Una leggenda narra che nella Grecia antica i cultori della dea Era, annualmente si immergevano nella fonte di Kanathos, nel Peloponneso, per rimanere eternamente giovanibianca-balti-tim

COME VOLA IL TEMPO

Francesca con Chiara

Francesca con Chiara

Eri cosi’ soltanto ieri,

cucciolotta in vacanza ad Alimini.

Arrivavamo in aereo e tu seduta sempre accanto all ‘oblo’guardando le nuvole simili a bambagia esclamasti : “Allora le nuvole sono vere!”

Osservavi in silenzio l ‘andarivieni delle hostess, disegnavi tranquilla indifferente ad improvvisi strilli di lattanti presenti nell’aereo.

In piscina seguivi le prime lezioni con Federico, scivolando adagio con la testa

sott ‘acqua recuperando sassolini variamente colorati e con lui ti avviavi all’amore per

l’acqua del mare e alla passione del nuoto perfezionato in seguito a Milano.

Chiara e Sergio, inviandomi queste foto,mi hanno regalato un prezioso e piacevole tuffo nel passato. Il tempo se ne e’andato velocissimo ma queste immagini hanno fissato momenti particolari dell’amicizia anche di te  piccolina con questa coppia affettuosa.

Francesca e Sergio

Francesca e Sergio

Ti chiamavano “Pomodoro”perche’alla loro domanda “Cosa hai mangiato oggi?”rispondevi sempre scoppiando in una risata “pomodori”

E all ‘imbrunire, Chiara arrivava invitandoti al “salto nel buio “.Tito, il nostro boxerone di allora, schizzava in fondo al corridoio scavalcando l ‘ultimo muretto tuffandosi nel prato sottostante e tu e Chiara lo imitavate ridendo a crepapelle.

Ed il nonno ti invitava a mangiare il pesce promettendoti di non trovare lische, ed aggiungeva “Pero’se ne trovi dodici, avrai la sorpresina “

E tu furbescamente esultando ne sbandieravi una esclamando

“Questa e’la tredicesima “

E  voila’ appariva il dolcetto in premio !

E vogliamo parlare dell ‘altalena !!!

Vogliamo ricordare questa tua grande passione !

Sceglievi sempre il parco giochi di “Serra uno ” perche’ ne  aveva molteplici a disposizione e non dovevi attendere per salirci…

E su e giu’e su e giu’; a turno ti spingevamo e tu , instancabile, non accettavi consigli per cambiare divertimento.

Ed il nonno ridendo ti diceva “Non vedi, ormai ho un braccio piu’ corto dell ‘altro per la fatica “

E tu incurante di rimando, furbacchiona, rispondevi

“Spingi, spingi !!! “

Incontrando dei vicini ti suggerivo di salutarli e tu ‘L ‘ho gia’fatto con la mente “

A sera, tutta elegante come una bambolina , ti avviavi in piazzetta del villaggio per la beby dance.IMG_1503

Guardavi, ascoltavi le canzonette e tutto finiva li’.

Soltanto la sera prima del ritorno, improvvisamente, con grande nostro stupore, provetta ballerina ti scatenasti con gli altri bambini.

Tornata a trovarci, con mamma Simona, a Milano, appena messo piede nell ‘ingresso

“Basta nonna  “

Reclamavi, giustamente , il recupero della tua quotidianita’.

Chiara e Francesca

Chiara e Francesca

E LA CHIAMANO ESTATE…QUEST’ESTATE…

Sono nel varesotto, paesaggio collinare con annesso laghetto

pioggia tristadodici gradi ,coperta di lana  sul letto, cielo plumbeo, anche oggi  scrosci violenti

di pioggia.bimbo sotto la pioggia

E la chiamano estate?

Questo succede nel Settentrione d’Italia.

Temporali violentissimi, trombe d’aria si susseguono. E’ ormai certo: emissioni di gas e deforestazione di aree urbane, stanno modificando il clima.

Tra un nuvolone cupo e un misero sprazzo di azzurro, il sogno di mezza estate

si infrange con una umida  realta’

La calura che invade anche le zone d’ombra, l’aria imbalsamata, la luce intensa che acceca…sono solo sogni

di una estate che non c’e’ piu’…IM000727.JPG

Un tempo in televisione compariva puntualmente  ogni sera prima del telegiornale, il generale Bernacca. E, con le sue previsioni del tempo, gli italiani

familiarizzarono con le isobare e seguendo la sua bacchetta scoprirono dove fossero le Azzorre. Aveva un linguaggio chiaro e comprensibile pur occupandosi di meteorologia.

Ora riceviamo da ogni canale informazioni tecniche di ogni tipo.

L’anticiclone delle Azzorre sembra distrarsi frequentemente, non e’ piu il protagonista delle nostre estati mediterranee.

Il clima ha un sapore decisamente autunnale.pioggia3

E la chiamano estate…quest’estate…1522828

Dalla BELLUCCI alle Cinquantenni di tutti i giorni

Bellucci

Bellucci  splendida cinquantenne

Esclamare :<oggi sono cinquant’anni> per una donna dei nostri giorni e’solo

una tappa della vita.

Andando indietro nel tempo, quest’eta’, era quasi la fine. Si entrava in una fase critica, non c’erano piu’aspettative per il futuro. Si volgeva per un attimo lo sguardo al passato con ricordi piu’o meno felici e si continuava… da anziana…e con gli  atteggiamenti e con i pensieri.

Oggi le cinquantenni sono ragazze giovani, sia nel fisico che nella mente.

Il progresso della medicina, l’attenzione all’alimentazione, la cura per il proprio corpo, sono alla portata di tutti. Le informazioni raggiungono ogni angolo del nostro paese, ogni donna puo’ recepirne i  vantaggi .

La vita e’ facilitata  e alleggerita dai vari elettrodomestici ,la televisione sforna capillarmente in ogni paesetto consigli salutistici .

E se una attuale cinquantenne vuol maggiormente aggiornarsi , con  internet, da qualsiasi angolo del nostro paese,ha le stesse disponibilita’di chi vive nelle metropoli.

Negozi convenienti per acquisti on line, giornali  on line con consigli  di bellezza , di moda, di cucina…

Ed ecco ovunque si aggirano giovani cinquantenni ; belle ,eleganti, prestanti, consce della loro seconda giovinezza, qualita’, una volta ,riservate solo alle dive…

Attenzione pero’: aleggia sempre nell’aria questa frase <dietro liceo,davanti museo>

Sconsiglierei quindi a questo punto, pur con gambe longilinee, la minigonna.

Invece, potendo economicamente, suggerirei di “aggiornarsi “con qualche aggiustatina qui e la’.

Giovani cinquantenni avete davanti a voi un futuro che vi aspetta!