TOMMY da un aereo all’altro

foto 5Suona il citofono e chi ti vedo sullo schermo del video il mio bellissimo nipotino.

foto 1 Arriva aprendo la porta  dell’ascensore con le chiome striate di un biondo che non ricordavo, un sorriso pieno di affetto e più alto, in un paio di mesi,  di almeno una decina di centimetri. “Ma sei sempre più bello, più snello, più alto, più biondo” esclamo.” Il sole di Alimini, e anche un po’ quello  di Londra” aggiunge un po’ timidamente.

“Sono motorizzato, guarda” Ed esibisce un monopattino come solo io lo posso chiamare così,  questo mezzo di locomozione modernissimo pieghevole con rotelle di varie dimensioni con cui è volato qui da noi inaspettato e facendomi una felicissima sorpresa. E gli racconto allora di come, in tempi andati,un mio fratello , da ragazzino, se ne fosse costruito uno molto rudimentale con due pezzi di legno e rotelline trovate chissà dove. Mi guarda stupito , ma leggo incredulità nei suoi occhi…

Tommy ad Amsterdam dopo un breve volo

Tommy ad Amsterdam
dopo un breve volo

“Vieni,  e cosa porti nello zainetto sulle spalle?” gli chiedo.

Ed ecco esibire trionfante un i pad da cui emergono foto e foto del suo ultimo viaggio a Parigi e man mano, raccontarmi delle scarpinate per vedere il Louvre,il quartiere dove abitavano ,la torre Eiffel, i localini frequentati, il bar  più raffinato di Parigi dove per la colazione si sono <dissanguati> e via con ricordi, risate  e foto sul battello sulla Senna.foto 2

E poi altre immagini di un precedente viaggio in Olanda e  del viaggio studio  in Inghilterra in uno splendido college si susseguono.

Tommy per due settimane  in questo college

Tommy per due settimane in questo college

Mi conferma il desiderio di tornarci a Londra, completamente soddisfatto dell’ esperienza di quest’ anno.”Ma Tommy, dico io, da piccolo dicevi di voler fare l’ astronauta, ma con tutti i voli di quest’ anno, aggiungendo anche quelli per il Sud Italia, sei secondo me a buon punto”..

Ritorna puntuale il pomeriggio successivo con in mano  un dono per noi:una scatola di legno con dipinti in ogni facciata personaggi, panorami e mi emoziono ringraziandolo di questa sua produzione pittorica

“Tommy hai una innegabile vena artistica!”

“Come vedi, tesorino mio, ho le valige pronte per tornare nel Salento, tu quando inizi la scuola?”

“Fra poco meno di due settimane”

“E perchè non vieni a farti ancora una settimanina di mare con noi”

aggiungo .”Certamente, vengo volentieri, però bisogna vedere se c’ è posto nel tuo volo”.

In serata, mia figlia Simona, sua madre ovviamente,  mi chiede  i dati necessari tentando di  inserirlo nel mio volo.Il pomeriggio seguente,il fanciullo ritorna esultante esclamando “Partiamo assieme ho trovato posto nel vostro aereo ,Jeah!!!

Sprizzava felicità da tutte le parti e noi con lui.

Mare del Salento siamo in arrivo

Mare del Salento
siamo in arrivo

Dimenticavo

devo smetterla di chiamarlo <nipotino>, ormai è un< giovanottino>

SPAZIARE PER CIELI INFINITI

…Quando sei vicino a me questo soffitto viola no, non esiste piu’

io vedo il cielo sopra noi…

Cosi’ cantava Gino Paoli.

tramonto esotico

tramonto esotico

Tramonto a Istambul (foto di Chiara e di Sergio)

Tramonto a Istambul
(foto di Chiara e di Sergio)

Tramonto a  Mandelieu (foto di Chiara e di Sergio)

Tramonto a
Mandelieu
(foto di Chiara e di Sergio)

Cielo notturno a Ghirla (foto di Sergio e Chiara)

Cielo notturno a Ghirla
(foto di Sergio e Chiara)

Cielo  senza alcun limite, lo guardi ed e’ l’ essenza di infinito, di somma estasi e due anime si fondono e i limiti che le circondano svaniscono ed ecco apparire un cielo.

All’alba con la prima luce, pallide striature azzurrine si alternano  si susseguono e poi si avvolgono

con irosa dei  primi raggi del sole, e qui e la’  permangono sfondi ancor lattei, Ruoti lo sguardo, e vorresti raggiungere… chissa’…cosa…

Vedere, e toccare , e non ci sono limiti e… andare e andare…

Alla ricerca della felicita’ e di  conoscenze, insomma scoprire e  scoprire…

Gia ‘ il mitico Icaro, affascinato  e voglioso di nuovo  spiccava il volo, concludendolo  pero’ drammaticamente.

La luce aumenta , ti acceca. I colori si uniformano appiattendosi, e la calotta sopra di noi  ci invita a fantasiose escursioni illimitate.

Al tramonto i rossi intensi esplodono ed e’ il culmine della gioia per chi lo osserva.

Cielo nuvoloso, arrabbiato che prelude tempeste.

Cielo percorso da stormi di uccelli sul far della sera, che noi invidiamo.

Cielo esotico dai toni intensi.

Cielo notturno.

Cielo brillante sopra i nevai.

Cieli infiniti senza alcun limite…

Cieli e liberta’ .