Immagine

“NOBILTÀ” CH’E’ SI CARA VO CERCANDO

sky-3238050__340Vivevamo in un ‘altra città’. Era una domenica, tarda mattinata. Suona il citofono. Apro ad un inatteso amico, assicuratore, grande affabulatore, sovente primo attore  in spettacoli teatrali amatoriali  che, spesso, suonando il clarinetto, si esibiva anche in un complessino jazz in localini, recuperati da cantine emuli di ” cave ”  francesi  ,dopo un risottino di mezzanotte offerto dall’organizzazione.

Ragazzi ho per voi un’offerta  < bomba >stock-vector-vector-illustration-of-little-princess-text-for-girls-clothes-royal-badge-card-postcard-tag-649211569

Estrae da una capiente cartella un librone con incise parole dorate sulla imponente copertina.  Sorride guardandoci ed esclamathumb-1.jpg

 

< Volete diventare marchesi, baroni, duca, principi? Basta chiedere ! Potete scegliere il titolo nobiliare che piu’vi aggrada ;  ovviamente man mano che si sale nel blasone il prezzo aumenta ma non supera mai un centinaio di migliaia di lire !!! >thumb.jpg

 

 

Io e mio  marito ci guardiamo, forse pronti per scoppiare in una fragorosa risata, ma rispettosi all’ospite, farfugliando, decliniamo questa “generosa “offerta.

Ci  salutiamo proponendoci di rivederci al piu’presto.

Qualche giorno dopo, rapidamente, arriva un invito a cena a casa di questo nostro singolare e simpaticissimo personaggio.

Ci accoglie, trafelata, la moglie scusandosi per aver avuto una giornata faticosa in ufficio.

Ci accomodiamo ed ecco arrivare una camerierina con un vezzoso grembiule  e guanti bianchi esclamando

< Principessa, la cena e’servita .>

Noblesse oblige

 

Immagine

Robot

Amo moltissimo circondarmi di elettrodomestici, come dice la parola stessa, ti aiutano e ti facilitano la vita. Dopo un disastroso furto ma questa è un’altra storia, Simona, mia figlia, per alcune ricorrenze, mi ha regalato già qualche anno fa il primo Roomba. Non volevo più un aiuto fisso. Gestire il quotidiano può essere anche piacevole,ma mantenere in ordine pavimenti e tappeti , cari miei vi lascio immaginare…

Ed ecco arriva il primo robot. E’ programmato per aspirare tutto lo sporco del pavimento  autonomamente, pulisce tutta la stanza anche gli angolini più nascosti e alla fine ritorna a ricaricarsi in una base collegata elettricamente. Ci credete se vi racconto che la prima volta, per vedere se era veramente così efficace, ho cosparso la stanza di briciole? E’ un favoloso domestico  che si può utilizzare quando si vuole, di mattino di sera , di domenica…

E per Natale è arrivato anche lo Scooba, robot della stessa famiglia che lava i pavimenti. Ora, sempre Simona, me ne ha regalati altri due, anzi dimenticavo il piccolino silenzioso, che perfeziona  lavando e lucidando i pavimenti di legno.